Rassegna stampa
03/11/2018: 

DECRETO GENOVA: FEDESPEDI CONTRO IL BALZELLO

La Gazzetta Marittima del 03-11-2018

 
19/10/2018: 

ROBERTO ALBERTI ALL'ASSEMBLEA CONFETRA: PORRE ATTENZIONE SULLA BREXIT

Primo Magazine del 19-10-2018

 
17/10/2018: 

I PRIMI 10 ANNI DI AEO

La Gazzetta Marittima del 17-10-2018

 



Notizie dal mondo associativoArchivio
FIATA - Premio Giovane Spedizioniere Internazionale dell'anno     08/11/2018 12:17

 

 

Rammentiamo la scadenza del 16 novembre p.v. per segnalare alla ns. Segreteria la candidatura per l'edizione 2019 del Premio Giovane Spedizioniere Internazionale dell'anno.

 

Organizzato dal 1999, il concorso “Young International Freight Forwarder of the Year”, promosso da FIATA e TTClub, ha lo scopo di incoraggiare la formazione professionale nonché rafforzare la competitività del settore investendo sulle giovani risorse.


La competizione è aperta a giovani con un’età compresa tra i 18 ed i 32 anni che preferibilmente abbiano trascorso almeno 2 anni di lavoro presso un’impresa di spedizioni associata ad una delle Federazioni aderenti alla FIATA.

 

 

Nella foto, i vincitori dell'edizione 2018 premiati al Congresso Mondiale Fiata di Nuova Delhi

Per maggiori informazioni: circolare C 45/18  

AGENZIA DELLE DOGANE: CREATA SUL SITO LA SEZIONE “INFO BREXIT”     07/11/2018 10:16

L’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane ha predisposto sul suo sito internet una sezione “Info Brexit” dedicata a fornire informazioni utili agli operatori economici che si occupano di questioni doganali e/o che intrattengono relazioni commerciali con il Regno Unito, in vista dell’uscita di quest’ultimo dal Mercato Unico europeo. La sezione è accessibile tramite apposito link banner sull’homepage del sito www.adm.gov.it.

 

Si tratta di una prima misura che accoglie e dà seguito alla richiesta che Fedespedi ha fatto all’Agenzia delle Dogane - durante l’Agorà Confetra del 17 ottobre scorso - di attivare un canale di comunicazione con gli operatori interessati, perché questi possano accedere alle informazioni necessarie per prepararsi adeguatamente alla Brexit e continuare a svolgere la propria attività in efficienza e senza costi eccessivi anche dopo l’uscita del Regno Unito dal mercato unico europeo.

 

Ci auguriamo si attivi presto con l’Agenzia delle Dogane una sinergia operativa su questo tema e che si apra un tavolo tra Agenzia e rappresentanze associative pe accompagnare imprese e operatori durante il periodo di transizione (da marzo 2019 a marzo 2021) che porterà all’uscita definitiva del Regno Unito dal Mercato Unico e, dunque, all’istaurarsi del nuovo (e ad oggi ancora non definito) regime doganale tra Gran Bretagna e Italia.
 


DECRETO GENOVA: FEDESPEDI CONTRARIA AL PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO ALL’ART.     30/10/2018 12:21

 

Il Governo ha inserito nel Decreto Genova – nel suo iter di conversione in legge alla Camera - un emendamento all’art.37 comma 6 lettera b) del d.l. 201/2011 (convertito in legge, con modificazioni, dalla l. 214/2011), che modifica la disposizione che disciplina il contributo dovuto all’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART). Tale modifica prevede che l’ART possa richiedere tale contributo non più soltanto ai gestori delle infrastrutture e dei servizi regolati, ma anche a tutte le imprese che operano nel mercato del trasporto, comprendendo tutti gli operatori economici del settore della logistica.

 

Questa la reazione del Presidente di Fedespedi, Roberto Alberti, rispetto alla scelta del Governo: “Con questa presa di posizione a favore dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, ci sembra che il nuovo Governo contraddica se stesso e tradisca le reiterate promesse di alleggerimento dell’imposizione fiscale a carico delle imprese; questo emendamento inserito nel Decreto Genova, infatti, va esattamente nella direzione opposta rispetto a quella auspicata e fa gravare sulle imprese un’ulteriore forma di tassazione, in un settore che è già adeguatamente regolato e che, peraltro, vede coinvolta una pluralità di istituzioni, enti e autorità preposte ai controlli. Ricordo, inoltre, che il settore della logistica è strategico per la manifattura italiana, per l’import e l’export. Dunque, le ricadute di questa decisione potrebbero essere pesanti non solo per il comparto, ma per l’intero sistema produttivo ed economico italiano. Si tratta, infatti, di una decisione che grava le nostre imprese di maggiori costi indebolendo la loro competitività rispetto agli operatori economici e ai sistemi logistici di altri Paesi in Europa. Siamo tuttavia fiduciosi che il Governo, in queste poche ore che precedono l’approvazione definitiva del Decreto, voglia ascoltare la voce unanime del comparto - rappresentato dalla nostra Confederazione generale, Confetra – e possa riconsiderare la propria posizione”.

 

Continua a leggere il Comunicato Stampa di Fedespedi
 


Ultimi documenti
Clecat Newsletter 38/2018 09/11/2018 15:00

Anama 23/18 - Aeroporto di Roma Fiumicino – Regolamentazione parcheggio aerostazione merci landside. 05/11/2018 14:58

Newsletter ANAMA n. 131 05/11/2018 14:50


FEDESPEDI aderisce a:

Sistema associativo







FEDESPEDI - Via E. Cornalia 19 - 20124 Milano - C.F. 80042890154 - Tel. +39 02 671541 - fedespedi@fedespedi.it - Informativa privacy - Cookie policy - Social policy