Rassegna stampa
27/07/2018: 

CHI VINCE NEI CONTAINER - Fedespedi ha analizzato le performance dei global carrier

MF del 27-07-2018

 
27/07/2018: 

I MIGLIORI E I PEGGIORI NEI CONTAINER SECONDO GLI SPEDIZIONIERI ITALIANI

Ship2shore del 27-07-2018

 
26/06/2018: 

LE NUOVE FRONTIERE DELLE IMPRESE DI SPEDIZIONE

Porto & Interporto di maggio 2018

 



Notizie dal mondo associativoArchivio
AGORA’ CONFETRA: Agenzia delle Dogane pronta ad aprire un tavolo di lavoro con Fedespedi su Brexit     18/10/2018 12:06

 

Il 17 ottobre 2018 a Roma, Fedespedi ha partecipato all’Agorà Confetra 2018, quest’anno dal titolo “Check Up Log: le infrastrutture strategiche per il trasporto e la logistica”.

Il bilancio della partecipazione della Federazione all’assemblea annuale di Confetra è più che positivo.

 

Il Presidente di Fedespedi, Roberto Alberti, nel suo intervento ha voluto porre l’attenzione dell’assemblea sulla Brexit, tema che desta crescente preoccupazione nel settore. Nello specifico, il Presidente Alberti ha chiesto al Vicedirettore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Cinzia Bricca, a quali misure si sta lavorando per far fronte alla Brexit, in modo che siano limitate le ricadute negative sugli operatori economici che intrattengono rapporti commerciali con il Regno Unito: “Siamo soddisfatti del dialogo quotidiano e proficuo che stiamo intrattenendo con tutti i nostri interlocutori presso l’Agenzia delle Dogane. La dott.ssa Bricca durante l’assemblea di Confetra ci ha confermato che l’Agenzia sta lavorando per prepararsi a una hard Brexit puntando sulla digitalizzazione delle procedure e ha accolto il nostro invito ad aprire un tavolo con gli operatori economici coinvolti nelle operazioni di sdoganamento delle merci. Inoltre, il Vicedirettore dell’Agenzia delle Dogane ha risposto positivamente al nostro invito e si è detta disponibile a valutare forme di valorizzazione dello status di Operatore Economico Autorizzato (AEO) per far fronte alla nuova complessità introdotta nello scenario dei traffici continentali dall’uscita del Regno Unito dal Mercato unico Europeo. Riteniamo che questo sia un passo importante e concreto vero la realizzazione di una piena compliance doganale e che rappresenti un giusto riconoscimento per gli imprenditori che hanno deciso di investire per certificare le proprie competenze. Non a caso - come anticipato da Domenico de Crescenzo, Presidente della nostra Sezione Doganale, durante il convegno organizzato a Milan sui primi 10 anni di AEO – Fedespedi ha deciso di offrire ai propri associati una formazione di alta qualità in tema doganale, con il corso per Responsabili delle questioni doganali organizzato con successo negli ultimi due anni e che verrà riproposto anche nel 2019”.

 

Il Presidente Alberti, Vicepresidente di Confetra, ha mostrato apprezzamento per l’apertura del Ministro Toninelli sul tema delle infrastrutture e sull’importanza che queste vengano pianificate sulla base di una valutazione sulla loro reale utilità per il traffico delle merci e per il Paese. L’idea di tornare a “progettare l’Italia”, evocata sia dal Ministro che dal Presidente di Confetra, Nereo Marcucci, nella sua relazione, non può che essere accolta positivamente dalla Federazione, che da anni ritiene indispensabile dare finalmente una strategia chiara allo sviluppo del settore logistico nel nostro Paese. Inoltre, sono state accolte positivamente da Fedespedi l’apertura del Ministro ad approfondire la collaborazione tra il suo Ministero e le rappresentanze associative del settore dei trasporti e delle logistica e la volontà di Confetra di rafforzare l’organizzazione del sistema associativo, valorizzando la multisettorialità e la coralità che è il valore aggiunto della Confederazione generale.


Sono disponibili:

il Comunicato stampa di Fedespedi sull’Agorà Confetra 2018

il Position Paper di Confetra sulle 15 infrastrutture indispensabili al Paese

il testo delle relazione del Presidente di Confetra, Nereo Marcucci.

una selezione della Rassegna stampa uscita sull’Agorà Confetra


IL 17 OTTOBRE A ROMA L’AGORÀ CONFETRA: I TEMI DI FEDESPEDI     16/10/2018 15:55

 

Domani, 17 ottobre 2018, si terrà a Roma l’Agorà Confetra 2018, assemblea annuale che la nostra Confederazione quest’anno ha voluto dedicare al tema strategico delle infrastrutture: non grandi o piccole, quanto piuttosto quelle utili o inutili rispetto alle esigenze logistiche del Sistema Paese.

 

FEDESPEDI ritiene questo evento “corale” una grande occasione per il settore della logistica e dei trasporti, prezioso proprio perché ideato per dare voce a tutte le anime che lo compongono, con l’obiettivo di far emergere istanze comuni da portare avanti insieme per la crescita del settore e del Paese intero: una buona logistica, infatti, è un asset strategico per la competitività della nostra manifattura e, in generale, per la tenuta della nostra economia.


Anche quest’anno, dunque, la nostra Federazione ha raccolto l’invito di Confetra di dare il proprio contributo alla discussione e ha scelto di portare all’attenzione degli interlocutori istituzionali che parteciperanno all’Agorà 218 due temi fondamentali per la categoria dei freight forwarder e per l’intero settore:


• l’urgenza che il Governo stabilisca una “strategia italiana” rispetto al settore della logistica e dei trasporti e che la persegua con coerenza attuando un piano infrastrutturale adeguato (in continuità con il lavoro già avviato dal Governo precedente con “Connettere l’Italia”). I principali investimenti da attivare per migliorare il sistema infrastrutturale italiano per noi sono: 1) l’upgrading degli standard di linea (P/C 80) sulle direttrici Nord/Sud e su quelle di adduzione ai valichi in direzione Nord (Sempione, Gottardo, Brennero); 2) il miglioramento delle connessioni ferroviarie in alcuni porti (es. Genova, Trieste, Livorno); 2) ristrutturazione di alcuni importanti terminal ferroviari del Sud Italia (es. Bari Ferruccio); 3) l’adeguamento delle connessioni ferroviarie sull’asse Est-Ovest (es. Bari-Napoli), superando magari l’ottica dell’AV, molto costosa e inutile per le merci. LEGGI IL TESTO INTEGRALE


• attivare una cabina di regia con l’Agenzia delle Dogane (e tutte le rappresentanze associative delle categorie coinvolte nel cosiddetto “momento doganale”) per affrontare la Brexit con un piano di azione che permetta agli operatori coinvolti di farsi trovare pronti e preparati all’uscita del Regno Unito dal Mercato unico europeo. Nello specifico, la nostra proposta all’Agenzia delle Dogane per affrontare il nuovo scenario introdotto dalla brexit nei commerci continentali, a livello operativo, è quello di valorizzare (ipotizzando corsie preferenziali e/o percorsi semplificati) lo status di AEO (Operatore Economico Autorizzato) previsto dal Codice Doganale dell’Unione. Un modo per valorizzare e insieme incentivare l’impegno di quegli operatori che hanno deciso di investire tempo e denaro in questo programma, formando il proprio capitale umano e dando valore a un patrimonio di competenze interne alle imprese. LEGGI IL TESTO INTEGRALE
 


Il bilancio di FEDESPEDI sui primi 10 anni di AEO     12/10/2018 17:06

 

40 imprese di spedizioni certificate AEO ogni anno per un totale di circa 400 imprese associate che rappresentano il 30% degli AEO italiani: questo è per Fedespedi il bilancio più che positivo dei primi 10 anni dello status di Authorized Economic Operator introdotto dal nuovo Codice Doganale dell’Unione. Questo successo si basa tutto su un fattore, l’affidabilità: l’AEO, infatti, funziona come uno standard di competenza e di qualifica professionale che permette alle imprese di spedizioni di qualificarsi positivamente rispetto agli altri operatori, in quanto ritenuti partner affidabili e sicuri nella catena di approvvigionamento delle imprese che importano ed esportano merci.

 


Non è un caso, quindi, che l’81% delle dichiarazioni doganali relative all’import e il 72% di quelle relative all’export in Europa siano realizzate da AEO (dati Commissione Europea, DG Taxation and Customs Union): un dato che non si discosta da quello interno italiano, come è emerso dall’intervento del Vicedirettore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Cinzia Bricca, tenuto durante il convegno “IL DIRITTO DOGANALE TRA COMPETITIVITÀ E POLITICHE NAZIONALISTICHE: QUALI PROSPETTIVE PER IL COMMERCIO INTERNAZIONALE?”, tenutosi ieri, 11 ottobre, a Milano, organizzato da Fedespedi.

 

Continua a leggere


Ultimi documenti
C 42/18 - Fedespedi Economic Outlook – Quadrimestrale di informazione economica 09/10/2018 17:35

C 41/18 - Controlli fitosanitari sui materiali di imballaggio in legno da Cina e Bielorussia 04/10/2018 17:02


FEDESPEDI aderisce a:

Sistema associativo







FEDESPEDI - Via E. Cornalia 19 - 20124 Milano - C.F. 80042890154 - Tel. +39 02 671541 - fedespedi@fedespedi.it - Informativa privacy - Cookie policy